Nicola Costanzo

Nicola Costanzo (Pescara 1936). Pittore e incisore, dopo la maturità classica si laurea in Scienze Politiche all’Università di Perugia. Segue poi i corsi di Ceramica e Incisione in Urbino sotto la guida di Pietro Sanchini. Dal 1969 è impegnato particolarmente nel campo della xilografia, di cui è anche storico apprezzato, avendo pubblicato ricerche nel settore. Nel 1993, per le Edizioni Oggi e Domani, viene pubblicato il volume Gabriele D’Annunzio e l’arte della xilografia. Proprio con questa particolare tecnica di incisione su legno ha eseguito eleganti cartelle: una con testo di Carlo Sgorlon e una con poesie inedite di Mario Pomilio. Per quanto concerne l’attività espositiva, vanno ricordate numerose personali in città italiane (Roma, Venezia, Ferrara, Udine, Messina, Sulmona, Pescara, Vasto, Ascoli Piceno, Montesilvano e Mantova, al Museo Nuvolari). Delle rassegne che lo hanno visto espositore da citare il Premio Mazzacurati a Teramo, la Triennale Xilon Italiana a Genova, la Biennale della Xilografia a Carpi, la Biennale degli Ex Libris Italia-Austria a Ortona e Piacenza. Opere di Costanzo si trovano al Museo Cà Pesaro di Venezia, al Museo della Xilografia a Carpi, nei Musei Civici di Forlì, Pescara, Roseto, Bagnacavallo, Genova, Nocciano. Hanno scritto su di lui, tra gli altri, Civello, Luisi, Mauro, Melloni, Pomilio, Rosato, Tallarico. Delle ultime personali si ricorda quella tenuta nel 2011 al Museo delle Genti d’Abruzzo dal titolo Tempus fugit.

Post comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

© 2018 Pchelpsrl.it